Nasce “Healthcare Cyber Physical Systems Laboratory”: MEDarchiver e Università degli Studi di Trieste insieme per l’innovazione.

MEDarchiver e l’Università degli Studi di Trieste hanno stipulato un Accordo di collaborazione che darà nuovo impulso alla formazione universitaria in ambito healthcare mediante la creazione dell'innovativo Healthcare Cyber Physical Systems Laboratory: un contenitore che metterà a disposizione borse di studio, tirocini e progetti di tesi per corsi di laurea triennale, magistrale e per i dottorati di ricerca.

Quando il lavoro di squadra fa la differenza.

Non sono passati molti anni da quando allestivamo i nostri stand congressuali trasportandoci da soli con un furgoncino qualche precario divanetto comprato dai cataloghi per ufficio per qualche decina di Euro. Eravamo un piccolo gruppo di visionari entusiasti, pieni di voglia di fare. Oggi possiamo concederci il lusso di presentare ai principali congressi nazionali le soluzioni tecnologiche più innovative di sempre per la gestione della chemioterapie, fortunatamente ancora con lo stesso entusiasmo ed orgoglio di allora.

Chemioterapia informatizzata in area vasta: il punto di vista dell’oncologo

La parola a Giovanni Vicario, Direttore della Divisione di Oncologia Medica presso la ULSS 8 di Asolo: "Con l’introduzione di OMM abbiamo potuto migliorare l’uniformità dei trattamenti e la conformità ai protocolli validati, riducendo l’incidenza di errori umani legati al calcolo dei dosaggi per singolo paziente e gli errori di interpretazione da parte dei vari attori coinvolti nel processo di prescrizione, validazione, diluizione, somministrazione."

MEDarchiver apre l’era della Chemioterapia 4.0: con Hermione e Clio, la rivoluzione Cyber Physical arriva in Oncologia.

In anteprima al XVIII Congresso Nazionale AIOM, le due soluzioni digitali intelligenti che integrano cartelle cliniche, sistemi di supporto decisionale, dispositivi medicali e tecnologia mobile, mettendo i paradigmi dell’Industry 4.0 al servizio dell’Oncologia. E realizzando il Closed Loop per la terapia infusionale più sicuro di sempre.

ULSS8 Asolo e OMM di MEDarchiver insieme per l’Area Vasta della chemioterapia senza errori

Nel 2012 presso le strutture di Castelfranco Veneto e di Montebelluna dell’Unità Locale Socio Sanitaria n° 8 della Regione Veneto è stata implementata la cartella oncologica multimediale OMM di MEDarchiver.

A distanza di 4 anni dall'implementazione iniziale della cartella clinica oncologica, dopo l'estensione del progetto ad altre tre ULSS dell'Area Vasta delle Province di Treviso e Belluno, e la realizzazione di un servizio territoriale e interaziendale primo nel suo genere, abbiamo incontrato la Dott.ssa Marina Coppola nella sua veste di responsabile della farmacia centralizzata presso l’ospedale di Castelfranco Veneto per fare il punto della situazione.

La sanità tra 5 anni? App, servizi online e Internet of Things

In molti contesti il digitale è entrato prepotentemente e quasi naturalmente, spesso stravolgendo le logiche di produzione e creando a volte nuovi settori di business (basti pensare al settore dei viaggi, dei trasporti o delle telecomunicazioni).

Ma c’è un settore dove la spinta digitale si sta appena facendo sentire ma le prospettive di crescita e di opportunità sono davvero interessanti.

In prima linea nella riduzione degli errori con i farmaci antineoplastici

I farmaci antineoplastici sono tutti quei medicinali che inibiscono lo sviluppo delle cellule tumorali: si tratta di una tipologia di farmaci ad alto grado di tossicità, peri quali si rende necessaria una gestione efficace di tutti i processi ad essi legati, dalle scorte alla somministrazione.

La sicurezza del paziente è il nostro impegno, per questo abbiamo pensato a come rendere OMM la suite per la gestione del processo oncologico più efficiente mantenendo al contempo un approccio a tolleranza zero.

Sale operatorie: è ora di mandare in pensione carta e penna.

Una delle maggiori preoccupazioni dei pazienti che devono affrontare un’operazione è la paura di incorrere in qualche complicanza: in un contesto così critico, dove velocità ed efficienza d’esecuzione giocano un ruolo fondamentale nella corretta gestione del paziente e delle operazioni, non ci si può permettere di rimanere legati a metodi e strumenti di lavoro arcaici e superati.

È dunque necessario adottare sistemi e procedure che limitino ed eliminino le situazioni di errore, rendendo la sala operatoria un luogo sicuro ed efficiente.

Risk Management: MEDarchiver già pronta per le nuove disposizioni legislative sanitarie

Dal 1 gennaio 2016 è entrata in vigore la “Legge di Stabilità 2016”: un contenitore di leggi atte a stabilizzare e standardizzare processi e attività. La legge prevede delle misure in ambito economico, ma nel testo sono anche citate importanti indicazioni per ciò che riguarda i processi ospedalieri e la sanità in generale che dovranno essere accolte nel corso del 2016 e non più tardi del 2017.

12 milioni gli italiani che prenotano le visite online

Nel 2015 sono stati 12,2 milioni gli italiani che hanno prenotato delle prestazioni sanitarie online, 7,6 milioni quelli che hanno consultato sul web i propri referti medici e 7,1 milioni gli italiani che hanno pagato online i servizi sanitari.

Tutto questo non sarebbe mai stato possibile senza tecniche che siano capaci di interpretare efficacemente i reali bisogni e le vere esigenze dei medici, rendendo la tecnologia davvero a misura di medico - e di paziente.

La distanza tra un errore medico e il tribunale? Una cartella clinica incompleta!

Quanto può influire la cartella medica in un processo clinico?

L’incompletezza della cartella clinica è una circostanza che il giudice di merito può utilizzare per dimostrare l’esistenza di un valido e concreto nesso causale tra l’operato del medico e il danno subito dal paziente. È dunque necessario adottare non soltanto una cartella clinica funzionale ma anche atta a limitare gli errori umani.

Se li conosci li eviti: la dimensione insostenibile degli errori clinici, ovvero un problema che può essere risolto.

Con gli errori clinici ormai individuati come la terza causa di decesso subito dopo le patologie cardiovascolari ed oncologiche,  è necessario riconsiderare i metodi di lavoro: non è possibile continuare con processi fondati sulla concentrazione e sulla buona volontà di operatori professionali, medici e infermieri in prima linea, sempre più sotto pressione e spesso costretti ad operare in condizioni critiche, ma è indispensabile il ricorso ad un sistema informatico progettato con l’obiettivo specifico di ridurre gli errori organizzativi e aumentare l’efficienza di tutti i professionisti della sanità.

In MEDarchiver facciamo solo questo, da sempre: progettiamo soluzioni tecnologiche in grado di ridisegnare e ottimizzare i processi clinici riducendo gli errori, con la consapevolezza che si tratta di un percorso lungo e difficile, ma irrinunciabile.

EUOL, Emergenze Urgenze Online: un Pronto Soccorso ancora più evoluto all’Istituto Auxologico di Milano

Dal 2016 è attivo presso il Pronto Soccorso dell’Istituto Auxologico Italiano a Milano il collegamento della piattaforma MEDarchiver con il servizio EUOL (Emergenze Urgenze On-Line) della Regione Lombardia. Un altro passo avanti per la migliore comunicazione e gestione dei pazienti, attraverso l'incremento dell’efficacia e della cooperazione dei servizi di Pronto Soccorso.

MEDarchiver svela gli ingredienti dei sistemi informativi cardiologici del futuro ad ANMCO 2016

Ogni anno, il più grande congresso di cardiologia in Italia attira migliaia di professionisti e moltissime realtà del settore. MEDarchiver era presente con i prodotti più innovativi e all’avanguardia e con un team professionale di altissimo profilo.

La punta dell’iceberg di un processo di rivoluzione che punta al cambiamento dell’intero settore del digital healthcare com’era stato inteso fino ad ora.